SongService.it il progetto più vasto affrontato da Retorica... fino ad oggi

Non solo un sito di vendita ma una vera e propria piattaforma con la quale interagiscono decine di servizi.

Songservice.it il progetto più vasto affrontato da Retorica

Ricordo ancora quando per la prima volta ho valutato la possibilità di affrontare questa sfida. Il progetto mi è stato presentato, era fine estate 2016 (3 anni fa!!!), con un meeting squisitamente tecnico assieme allo staff di M-Live. La lista di funzionalità da implementare era lunghissima, alcune anche davvero complesse e mai affrontate prima. Unico vincolo tecnico l’utilizzo di Magento 2 come base di partenza. Qualche mese dopo c’è stata la firma del contratto e in giugno 2017 abbiamo iniziato i lavori.

Le sensazioni prima di iniziare erano contrastanti, da una parte l’entusiasmo per una cosa decisamente nuova e stimolante, dall’altra la tensione dovuta al progetto più grosso in cui mi sia mai imbarcato.

Il lavoro, in effetti, è stato veramente mastodontico! Tuttavia ero certo di poter portare a termine i lavori con successo e che le competenze che avrei acquisito sarebbero state un valore aggiunto notevole per me e per Retorica. Carico come una molla ho quindi sviluppato la bellezza di 15 moduli totalmente custom per Magento 2 (di cui 2 sono metodi di pagamento) ai quali va aggiunto il template responsive ed un language pack! Ma non è finita qui, ho implementato anche un tool in Node.js per permettere la migrazione dei dati dal vecchio database al nuovo. Quinti utenti, storico ordini, repertorio musicale ed una marea di altre cose. Non voglio entrare troppo nel dettaglio, vi dico solo che l’import dello storico ordini ha richiesto 3 giorni di esecuzione continuativa!

Ultima parte sviluppata, è stata l’interfaccia del sito con i device musicali prodotti da M-Live. La sfida era mantenere la compatibilità tra le chiamate che i device facevano verso il sito Songservice.it precedente. Lato dispositivi insomma non ci si doveva accorgere del cambio sito. Per fare questo è stato realizzato in Scala (linguaggio fighissimo che mette a disposizione tutte le funzionalità e le potenzialità della JVM) un set di API che funziona da proxy tra i device ed il sito, traducendo ed instradando le chiamate verso il nuovo sito.

Durante i primi meeting uno degli aspetti a cui si faceva più riferimento era la possibilità di continuare ad aggiornare il core di Magento 2 pur introducendo decine e decine di personalizzazioni. Il progetto è partito sulla versione 2.1.x di Magento per poi essere aggiornato durante lo sviluppo alla versione 2.2.x. Di recente siamo passati al branch 2.3.x. Mi sento quindi di dire che questo obiettivo sia stato centrato! In questo Magento 2 mi ha dato una grossissima mano. L’estendibilità del CMS è tale da renderlo un vero e proprio framework sul quale poter costruire progetti iper complessi.

Il tutto è hostato su una serie di macchine Cloud. Il servizio scelto è quello di Google, le potenzialità messe a disposizione sono molteplici e l’approfondimento delle infrastrutture su servizi cloud è uno degli argomenti che maggiormente mi stuzzica in questo 2019. La caratteristica che maggiormente Songservice usa è la scalabilità del servizio! Ci possiamo permettere di dimensionare le risorse in base al carico di lavoro presente sul sito e questa è una cosa notevole.

Insomma questo articolo serviva un po’ per tirarmela e tirarcela. Ci piacerebbe far capire a chi ci segue che qui in Retorica non siamo soliti porci limiti, siamo sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide. Pronti a fornire soluzioni non banali alle esigenze dei clienti. Lo staff è in continua espansione e se sei uno sviluppatore voglioso di imparare e pronto a spingerti oltre i tuoi limiti ti invitiamo ad inviarci il curriculum!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *