Consigli per un biglietto da visita perfetto

Il biglietto da visita è uno strumento importante: ecco quali caratteristiche dovrebbe avere

un biglietto da vista perfetto

Quando si ha un’attività è indispensabile non trascurare la propria immagine. Durante la fase di creazione, sviluppo del brand, definizione del target e dei propri obiettivi aziendali, non deve essere tralasciata la parte di comunicazione associata all’immagine.
La brand identity va studiata con cura in ogni sua parte, per dare una giusta percezione dell’azienda e trasmettere i suoi tratti caratteristici al pubblico e ai clienti.

Se la prima impressione è quella che conta, allora il biglietto da visita non può essere da meno.
Tra tutte le parti da curare, una delle prime sulle quali concentrarsi è il biglietto da visita.

Ma cos’è il biglietto da visita?

Il biglietto da visita è lo strumento attraverso il quale l’azienda si relaziona con le persone e i clienti. In pochissimo spazio deve racchiudere le informazioni principali dell’azienda e i suoi contatti, consentendo di poter risalire alla sua identità in qualsiasi momento.
Nella realizzazione di un biglietto da visita è indispensabile avere il dono della sintesi, perché lo spazio a disposizione non è infinito e anche perché come primo approccio è meglio non ammorbare il cliente con troppe informazioni che potrebbero disorientarlo. Meglio essere precisi e sintetici per raggiungere un buon risultato.

Perché è importante il biglietto da visita?

Il biglietto da visita non è importante è FONDAMENTALE, per creare nuove relazioni e avviare nuovi rapporti professionali.
Il biglietto da visita rappresenta il primo contatto che l’azienda stringe con la persone e la prima occasione di fare una bella impressione. Se la persona che hai di fronte, deciderà di risentirti o diventerà in futuro un tuo cliente, in parte è anche determinato dalla prima impressione lasciata dal biglietto da visita.

Cosa deve contenere il biglietto da visita?

Il biglietto da visita è indispensabile per fare una buona prima impressione.
Il suo compito è anche quello di lasciare a portata di mano i contatti dell’azienda o del professionista, per poter essere poi ricontattarti.

Le informazioni principali che non possono assolutamente mancare al suo interno sono:

  • Il logo dall’azienda, deve risaltare all’interno del biglietto ed essere ben in evidenza;
  • L’area di attività dell’azienda, per rendere il settore di attività più chiaro;
  • Il nome dell’azienda, anche questo deve avere il giusto spazio, spesso è integrato nel logo, ma se il biglietto da visita si sviluppa fronte e retro allora è fondamentale sia presente su entrambi i lati;
  • Nome e cognome della persona, se vuoi fare una buona impressione e soprattutto vuoi che le persone si ricordino il tuo nome, allora deve essere scritto in modo chiaro e ben leggibile (possibilmente anche più grande degli altri testi);
  • Indirizzo della sede o dell’ufficio, se vuoi che i clienti ti vengano a trovare, l’indirizzo a loro devi dare;
  • Numero di telefono fisso e cellulare, per poter essere ricontattato;
  • Email, solitamente è il mezzo che si predilige soprattutto dopo il primo contatto, per cercare di instaurare un dialogo;
  • Sito web, per dare la possibilità al potenziale cliente di farsi un giro e conoscere qualche cosa in più di te e dell’azienda;
  • Partita iva, per dare maggiore sicurezza alle persone, dimostrando di essere un’azienda reale e può tornare utile se si ha necessità di farsi fare una fattura.

Se avanza spazio allora puoi inserire anche le pagine social. Solitamente evito di inserirle perché già presenti sul sito e se una persona è interessata a vederli, può accedervi attraverso il sito.

Il biglietto da visita si può sviluppare solo sul fronte oppure su fronte e retro, questo dipende molto ovviamente dalle informazioni che si andranno ad inserire e dall’ingombro del logo. Quando le informazioni che deve contenere il biglietto da visita sono tutte quelle dei punti, per evitare che siano tutte troppo attaccate senza il giusto respiro, è meglio per il buon equilibrio grafico prevedere un fronte e retro, logo sul fronte in prima vista e riconoscibile e sul retro gli altri dati.

biglietto da visita spiegazione

Quali sono i requisiti fondamentali che il biglietto da visita deve avere?

Il biglietto da visita deve essere essenziale, ovvero racchiudere le informazioni principali dell’azienda. E per fare in modo che sia chiaro e leggibile è consigliato optare per una struttura chiara, di facile lettura, utilizzando dei font leggibili, chiari e di dimensioni abbastanza grandi da essere letti con facilità. Sempre per questioni di leggibilità è bene evitare ombreggiature del testo e fare in modo che il testo disposto su più righe abbia la giusta interlinea in modo che non si accavalli.

vari tipi di biglietti da visita

Il biglietto da visita deve rispecchiare l’identità aziendale, il suo layout deve essere in linea con l’immagine dell’azienda e il suo stile. Così come per la comunicazione il mio consiglio è quello di individuare alcuni tratti rappresentativi dell’azienda e che si ripetano poi sui vari mezzi che si hanno a disposizione.

Per rendere il tuo biglietto da visita più accattivante e visibile il colore è la carta fondamentale per dargli il giusto risalto. Avvalendoti del colore, possibilmente riprendendo quello del brand e cercando di creare il giusto contrasto e mettere in evidenza i contenuti.

vari tipi di biglietti da visita 01

Quali sono le dimensioni del biglietto da visita?

Il formato standard del biglietto da visita è 8,5×5,5 cm, solitamente viene sviluppato in orizzontale, ma delle linee guida obbligatorie da seguire non ci sono e se si ha spirito creativo oppure si vuole sperimentare una soluzione diversa un po’ più ricercata, beh non resta che mettersi all’opera. Formato quadrato, irregolare o oppure sagomato, le possibilità sono tante.

Biglietti da visita fuori standard, professionalità e creatività

Non c’è un canone che definisce l’identikit preciso del biglietto da visita, questo può variare a seconda delle informazioni che deve contenere, del tipo di attività o professione che deve rappresentare, a seconda dell’azienda e del target al quale è rivolto e anche dall’estro di chi li deve realizzare.

biglietti da visita creativi

biglietti da visita creativi

Su quale carta stampare il biglietto da visita?

Il biglietto da visita può essere stampato su qualsiasi tipo di carta, la cosa indispensabile è individuare la giusta grammatura della carta, perché spesso ci si indirizza verso soluzioni leggere che al tatto non lasciano un grande impatto rispetto a versioni con una consistenza maggiore. Pertanto consiglio di stampare su una carta di almeno 300 g, se fosse maggiore ancora meglio! Il biglietto da visita perché sia facilmente memorizzabile e in un secondo momento rintracciabile è fondamentale che sia rigido e di spessore. La finitura e il tipo di stampa quando si ha a che fare con la carta sono fondamentali perché permettono di ottenere un risultato più invitante e anche più raffinato.

Ma la carta non è l’unico supporto sul quale stampare, anche altri materiali sono molto validi e soprattutto non sono molto diffusi, per cui se si è alla ricerca di una soluzione diversa dal solito, si può puntare su materiali plastici, pvc, forex, plexiglass, ma anche gomma, legno o stoffa. Le possibilità sono infinite.

Dove stampare?

Anche per la stampa ci sono più possibilità, da quella online con rapidi tempi di consegna, ma alle volte con l’incognita sul tipo di carta scelto, alla tipografia dove è possibile testare con mano il tipo di materiale o carta scelta e avere un rapporto diretto con le persone e un’assistenza più tempestiva.

E tu ce l’hai il biglietto da visita?

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *