Pasticceria Tommasini: un'immagine coordinata da leccarsi i baffi

Cosa succede quando c'è un'immagine coordinata da preparare e poco tempo per farla?

C’era una volta un giovane pasticcere, con tante belle idee in testa e grandi sogni da realizzare. Così potrebbe iniziare la storia di Pasticceria Tommasini di Riccione. Un progetto da realizzare e poco tempo per farlo.
Noi ce l’abbiamo messa tutta, per non tradire queste premesse.
Leggete questa Storia di Retorica e diteci voi se ci siamo riusciti oppure no, a vincere questa bella sfida.

Identikit del Cliente

Il protagonista della Storia di Retorica di oggi è Francesco Tommasini. Nonostante non provenga da una famiglia di pasticceri, la sua vocazione per i dolci c’è sempre stata. Fin da quando nella cucina dei genitori si divertiva a preparare dolci e torte che, con il passare del tempo, diventavano sempre più elaborate.
Riccionese, dopo il diploma al Liceo Scientifico, ha fatto in modo di far diventare questa passione un lavoro. Così ha iniziato a studiare: Scuola Arte e Dolce di Rimini, con il maestro Mario Morri, poi Alma, la scuola superiore di pasticceria di Gualtiero Marchesi, e a seguire i corsi di alta formazione presso Cast Alimenti di Brescia, presieduti da Massari. Fino ad approdare alla pasticceria del maestro Roberto Rinaldini, dove è rimasto per quattro anni ad imparare l’arte pasticcera dei lievitati e della cioccolateria.
E solo qualche mese fa ha deciso di aprire una pasticceria tutta sua, a Riccione. Ed è qui che entriamo in gioco noi.

Obiettivo del progetto

Il progetto si è dimostrato fin da subito goloso, non solo per l’argomento, ma anche per il lavoro di immagine coordinata e comunicazione, online e offline, che ci permetteva di mettere in piedi.
Non mancavano però le problematiche. La prima, la più spinosa, era il tempo a disposizione. Pasticceria Tommasini ha programmato l’apertura prima di Pasqua, e dal momento in cui siamo stati contattati, avevamo poco più di un mese per fare tutto.
L’obiettivo del progetto era far parlare di questa attività, nuova e giovane, che sarebbe sorta in un luogo, Riccione, dove non c’era mai stato niente di simile, fino a quel momento. Ovvero un piccolo laboratorio artigianale di pasticceria moderna e francese: biscotteria, mignon, pasticceria salata, e cioccolateria. E creare un’immagine coordinata coerente con la personalità che Francesco voleva dare alla sua pasticceria.
Occorreva però pensare a tutto. Dal logo, che esisteva già ma non soddisfaceva pienamente le esigenze del cliente, fino a tutto il materiale di promozione, cartaceo e web.

Case History

Poco tempo e nessun materiale a disposizione. L’unico elemento che avevamo, dal quale poter partire, erano gli studi per gli interni del negozio, realizzati dall’architetto, e un logo da rivedere.
Con questi pochi ingredienti, abbiamo provato a inventarci qualcosa. Una soluzione che potesse rappresentare Pasticceria Tommasini, ma soprattutto che riuscisse a comunicare che non si trattava della “solita” pasticceria. Ci voleva qualcosa di più ricercato. I riferimenti forniti dal cliente erano molto alti, eleganti, ma allo stesso tempo semplici, puliti, lineari.
E poi bisognava farsi conoscere, far girare il nome. Riccione non è una grande città, è vero, ma Francesco da anni lavora fuori. Era necessario creare la giusta attesa per l’apertura e una buona dose di curiosità sulle sue deliziose creazioni.

Soluzione

Per il logo abbiamo lavorato sui colori forniti dall’architetto per gli interni della pasticceria. Quindi evidenti richiami alla crema, alla cioccolata e alla nocciola. Da leccarsi i baffi. Le linee dovevano essere semplici, ma raffinate.

Anche per il formato del biglietto da visita abbiamo deciso per qualcosa di più originale: da un lato la “T”, identificativa di Pasticceria Tommasini, dall’altra i riferimenti. Tutto su un formato insolito: un quadrato ruotato di 45°.
Una volta deciso il logo siamo passati a realizzare il resto della comunicazione: il sito, un monopagina di facile fruizione con tutte le informazioni necessarie a conoscere i dolci preparati all’interno del laboratorio di Francesco, articoli su riviste, pagine grafiche su quotidiani, pagina Facebook ed etichette per i prodotti.

Come dicevamo, Pasticceria Tommasini è una realtà nuova a Riccione, occorreva quindi creare attesa per l’apertura e incuriosire. Per farlo abbiamo realizzato alcune pagine pubblicitarie su: Resto del Carlino, Corriere di Romagna, Estate Viva e un pubbliredazionale su Famija Arciunesa, una pubblicazione che viene consegnata a domicilio all’interno del Comune di Riccione e che ci permetteva quindi di raggiungere un’enorme fetta di pubblico.

Poi abbiamo realizzato le affissioni 70×100. Tre diverse tipologie, con uscite programmate via via che si avvicinava la data dell’inaugurazione. Nelle prime abbiamo deciso di puntare sulla curiosità: “Ad Aprile Riccione sarà ancora più dolce” e “Le giornate più belle contengono sempre qualcosa di dolce”. La terza invece è uscita una settimana prima, circa, dalla data fissata per l’inaugurazione, con tutti i riferimenti del caso.

Contemporaneamente la strategia social prevedeva che venisse creata la Pagina Facebook sulla quale, anziché pubblicare le solite foto del Work in Progress del negozio, si sono diffuse immagini di dolci, con relativo nome e didascalia, senza rivelare informazioni sulla nuova pasticceria che avrebbe aperto di lì a poco.

 

Le etichette per i prodotti: biscotti, creme, colombe e uova di Pasqua, sono state realizzate in diversi colori, con ingredienti e “istruzioni per l’uso”.

Infine, abbiamo seguito il cliente anche nella definizione delle facciate, con suggerimenti e realizzazione grafica per le insegne, le affissioni esterne e le vetrofanie.

Questa bella storia ha anche un lieto fine: siamo riusciti a completare tutto in tempi da record!
Tutto è filato liscio, grazie soprattutto alla disponibilità del cliente ad affidarsi ai nostri consigli e a mettersi in gioco, giudicate voi i risultati.

Per noi, è proprio il caso di dirlo: vissero tutti felici e contenti!

Se volete saperne di più o avete delle domande, scriveteci nei commenti!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *